È un gran miracolo che io non abbia rinunciato a tutte le mie speranze perché esse sembrano assurde e inattuabili. Le conservo ancora, nonostante tutto, perché continuo a credere nell’intima bontà dell’uomo.” (da IL DIARIO DI ANNA FRANK)

Desidero partire dalle parole sempre attuali di una ragazzina coetanea di molti ns studenti, per ricordare a tutti noi, cittadini-educatori-genitori, una data importante, il 27 gennaio, Giornata della Memoria. Istituita ufficialmente dalla Repubblica italiana nel 2000 per ricordare l’orrore della Shoah, è stata scelta proprio questa data perché il 27 gennaio del 1945 le truppe dell’Armata rossa buttarono giù i cancelli di ingresso al campo di sterminio nazista di Auschwitz, in Polonia. Al fine di ricordare l’orrore della Shoah e soprattutto per far sì che le giovani generazioni abbiano sempre a cuore il valore e il rispetto della vita, il ns Istituto ha previsto nel proprio Piano Triennale dell'Offerta formativa una specifica progettualità sul tema.

La Dirigente scolastica

Prof.ssa S.Galeotti